ROMA – 29 MAG – Via libera alla proroga della Mobilità nelle a-ree di crisi industriale complessa. Il provvedimento riguarda alcune centinaia di lavoratori della provincia di Frosinone che erano stati tagliati fuori.

Infatti, quei benefici riguardavano solo i lavoratori ancora in Cassa Integrazione. Invece quasi tutto il personale delle aziende in crisi nel frusinate si trovano ormai in mobilità: cioè già dopo la cassa. Non solo: per loro stava scadendo ogni possibile aiuto.

A salvare la situazione è stato un emendamento dell’onorevole Nazzareno Pilozzi. Durante la discussione sul decreto 50/2017, la Commissione Bilancio della Camera dei Deputati ha approvato l’emendamento 53.042 di cui il deputato ciociaro è il primo firmatario. Una misura che garantisce la proroga della mobilità per un periodo di massimo dodici mesi nelle aree di crisi industriale complessa. Tra queste c’è il territorio di Frosinone-Anagni-Fiuggi”.

Il provvedimento ora deve ottenere l’approvazione dell’aula di Montecitorio.

“Questa importante misura per il nostro territorio e per i molti lavoratori coinvolti, loro malgrado, in difficili crisi aziendali, – dice il deputato –, è frutto di un lavoro costante, portato avanti insieme ai Senatori Francesco Scalia e Maria Spilabotte, ai sindacati, alla Provincia di Frosinone, ai Sindaci dei comuni interessati, ai lavoratori stessi, al Ministero dell’Economia e delle Finanze, a quello del Lavoro e delle Politiche Sociali e alla Regione Lazio”.

Altra ottima notizia per la provincia di Frosinone è l’approvazione di un emendamento che libera importanti risorse per le politiche attive del lavoro con le quali la Regione, di concerto con le parti sociali, potrà attivare iniziative di reinserimento lavorativo degli inoccupati di lungo periodo.