CASSINO  – 19 GIU – Due cassinati di 31 e 34 anni sono stati arrestati dalla guardia di finanza: sono accusati di detenzione e spaccio di droga. Sono stati scoperti dai finanzieri con 1200 dosi tra hashish, cocaina e marijuana, sul mercato avrebbero fruttato 30mila euro.

L’operazione rientra nell’ambito di una serie di controlli straordinari predisposti dal Comandante del Comando Provinciale di Frosinone, il Colonnello Gallozzi. Con l’arrivo della stagione estiva, l’intento è quello di garantire una maggiore sicurezza soprattutto ai giovani che frequentano i luoghi della “movida” Cassinate.

I due cassinati arrestati erano seguiti da tempo dai finanzieri della città martire. Le fiamme gialle avevano notato strano movimenti tra i due che di solito si incontravano in centro, solo per qualche minuto per poi separarsi. Insospettiti da questo comportamento, i militari hanno deciso di agire. Martedì hanno bloccato e perquisito i due. Erano a bordo di un’auto, all’interno c’erano 200 grammi di hashish.

I finanzieri hanno avuto conferma dei loro sospetti e così hanno esteso la perquisizione anche a casa del 31enne e del 34enne.

Nel corso dell’operazione sono stati trovati complessivamente 220 grammi di hashish, 10 grammi di marijuana e 70 grammi di cocaina oltre a quattro coltelli con evidenti tracce di droga.

I due sono stati arrestati per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino, posti agli arresti domiciliari.

La droga sequestrata corrisponde a circa 1200 dosi ed avrebbe fruttato, dicono i finanzieri sul mercato oltre 30.000 euro.