Cassino – San Raffaele senza stipendi, Abbruzzese interroga Zingaretti

CASSINO – 16 DIC – “Della sensibilità del presidente della giunta regionale, Nicola Zingaretti gli operatori della casa di cura San Raffaele di Cassino, non se ne fanno niente. Servono atti concreti, è Natale e alcune persone rischiano di non ricevere lo stipendio, il governatore deve rispettare l’impegno preso e mettere in campo i provvedimenti necessari per erogare le somme riferite agli importi illegittimamente trattenuti dalla Asl di Frosinone, recentemente oggetto di congiunta valutazione e riconciliazione con la stessa Azienda sanitaria e i funzionari regionali. Presenterò al più presto un’interrogazione urgente a Zingaretti che ancora una volta dimostra di ignorare le criticità di questo territorio”. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

“La politica di tagli voluta dal governatore sta svuotando e depotenziando i nostri ospedali, sta mettendo in seria difficoltà la sanità privata accreditata e la conseguenza diretta è stato il vertiginoso aumento della mobilità passiva. Quella del Gruppo San Raffaele è una vertenza complessa che si trascina ormai da troppo tempo e le nostre preoccupazioni sono accresciute dal fatto che, finora, la  Regione Lazio non ha messa in campo alcuna valida iniziativa per tutelare i lavoratori. a nulla sono valsi i tentativi della società di ottenere, quantomeno un acconto su somme congiuntamente e indubbiamente riconosciute n come dovute al fine di poter corrispondere stipendi correnti e tredicesime, pagamenti a fornitori, oneri previdenziali e tributari.

Zingaretti sta trascurando lo stato di crisi in cui si trovano diverse strutture della sanità privata accreditata. E’ ora, quindi, che si faccia carico delle innumerevoli difficoltà del Sistema Sanitario Regionale e che proceda all’avvio di confronti per affrontare ogni singola problematica”. Ha concluso Abbruzzese.