ALATRI – 06 GIU – La polizia è tornata ad Alatri, a distanza di 10 giorni: arriva una nuova stangata al mercato dello spaccio. La droga trovata secondo gli inquirenti era destinata alla stazione di Frosinone. Tre le persone arrestate, di cui due già ai domiciliari con l’accusa di detenzione e spaccio di droga, si tratta di un 26enne, un 29enne ed un 30enne, tutti di origini nigeriane e richiedenti asilo.

L’operazione porta ancora una volta la firma degli agenti della squadra volante della Questura di Frosinone ed ancora una volta gli agenti hanno agito ad Alatri. Nel mirino dei poliziotti sempre il casolare di 10 giorni fa, questa volta sono stati trovati 8 panetti di marjuana, soldi in contanti ed 8 telefonini dalla dubbia provenienza.

Il blitz è scattato nel pomeriggio di mercoledì. Gli agenti hanno trovato marijuana e telefoni ben nascosti tra le camere da letto e la cucina. Trovato anche tutto il materiale utile per il confezionamento della droga.

Secondo gli agenti diretti dal Dott. Flavio Genovesi la droga era pronta per il mercato dello spaccio alla stazione ferroviaria di Frosinone mentre i telefonini potrebbero essere il provento dei furti con destrezza avvenuti nelle scorse settimane alla stazione.

La polizia è tornata ad Alatri dopo una nuova indagine fatta di appostamenti e pedinamenti nei pressi della stazione del capoluogo, dove su disposizione del Questore Biagioli sono stati intensificati i controlli. Per gli 8 telefoni cellulari dalla dubbia provenienza gli agenti del reparto volanti stanno effettuando ulteriori indagini per capire se sono stati rubati nelle scorse settimane.