ALATRI  – 23 MAG –  Quella droga sequestrata mercoledì mattina in un’abitazione nella campagne di Alatri, zona Tecchiena, sarebbe stata spacciata qualche ora più tardi nei pressi della stazione ferroviaria di Frosinone. Lo ipotizzano gli agenti della Squadra Volante della Questura che hanno arrestato due cittadini nigeriani .

I poliziotti diretti dal Dott. Flavio Genovesi, hanno effettuato un blitz repentino in quell’abitazione nel comune alatranese dove è ospitato un nutrito numero di cittadini extracomunitari richiedenti asilo rinvenendo tre etti di marijuana, suddivisa in 16 dosi con tutto l’occorrente per il confezionamento.

I poliziotti ritengono che quei 300 grammi  di droga sarebbero serviti per rifornire proprio la piazza di spaccio della locale stazione di Frosinone.

Nella rete degli agenti del Reparto Volanti della Questura sono caduti due nigeriani, un 29enne ed un 26enne, entrambi richiedenti asilo politico e domiciliati nel comune di Alatri.

L’operazione  portata a termine nelle scorse ore si inserisce nell’ambito dei servizi potenziati lungo quella che viene ritenuta una zona “caldissima” del capoluogo e al centro di tante polemiche in questi giorni in relazioni allo spaccio e ai furti, anche a danno di pendolari,.

In queste ore, dunque, c’è stata un nuova risposta da parte della Polizia.