ANAGNI – 22 MAG – Proseguono i controlli dei carabinieri forestali di Frosinone contro l’inquinamento nella Valle del Sacco. Durante l’ultima operazione, in una azienda nel comprensorio di Anagni sono stati apposti i sigilli a rifiuti pericolosi e non. L’attività porta la firma del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale del Gruppo Carabinieri Forestale di Frosinone.

In particolare il personale del N.I.P.A.A.F. coadiuvato dai tecnici dell’ARPA LAZIO, nel corso di un sopralluogo presso l’azienda ha trovato una notevole quantità di materiale abbandonato a cumuli senza alcuna copertura. Secondo Arpa Lazio i rifiuti risultavano essere di tipo speciale pericoloso e speciale non pericoloso.

C’erano contenitori di olio esausto, rifiuti costituiti da sacchi neri chiusi, numerose strutture metalliche, alluminio,

cisterne con o senza gabbia metallica, sacchi sporchi, strutture metalliche e carrelli, alcune vuote ed altre contenenti tessuti e anime di rocche in cartone, nonché numerosi elettrodomestici in disuso.

Tutti i materiali trovati sono stati sequestrati ed il rappresentante della società è stato denunciato per aver scaricato rifiuti sul suolo e per non aver prima convogliato e poi trattato le acque che scaturivano dal lavaggio del piazzale su cui le immondizie erano state abbandonate.