ANAGNI – 14 LUG – Giovedì pomeriggio, nella Sala della Ragione del Comune di Anagni, si è tenuto l’incontro “Nuovi strumenti a sostegno del lavoro e dello sviluppo economico”. Si è trattato di un’iniziativa informativa rivolta a lavoratori, disoccupati, sindacati, aziende e operatori del settore (agenzie per il lavoro interinale, consulenti del lavoro ecc.) in merito agli ultimi provvedimenti approvati a beneficio dell’occupazione.

Sono intervenuti il sindaco Fausto Bassetta, il senatore Francesco Scalia, i deputati Nazzareno Pilozzi e Renzo Carella e l’assessore regionale al Lavoro, Lucia Valente, che hanno illustrato le misure messe in campo da Governo e Regione Lazio per arginare l’emergenza della disoccupazione e sostenere i numerosi lavoratori dell’area di crisi complessa, un vasto territorio interprovinciale che va da Frosinone a Valmontone. Presente, per l’amministrazione provinciale, il consigliere Domenico Alfieri. Assenti per impegni già presi l’assessore regionale Mauro Buschini e la senatrice Maria Spilabotte, ai quali è stato riconosciuto pubblicamente il contributo apportato.

E’ stato evidenziato che le recenti norme sono state varate con un lavoro di squadra di tutti gli interessati (sindaci, sindacati, Provincia, Regione Lazio, Governo) e con l’importante ruolo di Vertenza Frusinate, il gruppo di disoccupati ciociari sempre in prima linea nelle battaglie per il lavoro.

Tra i provvedimenti più importanti illustrati, la misura per i lavoratori con gli ammortizzatori sociali in scadenza e per i disoccupati. Si tratta principalmente di emendamenti (tra i firmatari l’onorevole Pilozzi) approvati dal Parlamento anche con il sostegno dell’onorevole Renzo Carella e dei senatori Francesco Scalia e Maria Spilabotte, riguardanti la proroga della mobilità nelle aree di crisi industriale complessa per quanti sono in mobilità ordinaria o in deroga con scadenza 31 dicembre 2017. Una proroga concessa per un anno e che prevede tirocini extracurriculari nelle aziende per i più giovani e lavori socialmente utili negli enti pubblici per gli over 60. Progetti già coperti finanziariamente, con circa 30 milioni di euro sbloccati. Un iter spiegato alla nutrita platea da Pilozzi, Carella e dall’assessore Valente, che hanno parlato di importanti risultati concreti che ora debbono essere attuati. La firma dell’accordo è prevista lunedì prossimo.

Il senatore Scalia ha informato anche dell’emendamento per estendere le provvidenze del decreto legge per il Mezzogiorno – da convertire in legge – alle aree di crisi complessa e ha annunciato il bando per l’Ilva.

Hanno preso la parola, durante i lavori, il presidente di Unindustria Giovanni Turriziani, i sindacalisti Enrico Coppotelli (Cisl), Anselmo Briganti (Cgil) e Gabriele Stamegna (Uil) e Gino Rossi (Vertenza Frusinate). Tutti d’accordo che quanto presentato ad Anagni è un’occasione unica per far ripartire il territorio e che gli obiettivi sono ambiziosi, ma possibili. In molti, a partire dal sindaco Fausto Bassetta in apertura dei lavori, hanno riconosciuto l’impegno concreto dei rappresentanti istituzionali del Pd a favore di un territorio particolarmente fragile dal punto di vista occupazionale a seguito della costante deindustrializzazione