ANAGNI – 21 NOV  – Lei, esasperata, il 16 ottobre ha denunciato lui, un 28enne napoletano che la perseguitava e minacciava di morte. E’ scattata così l’indagine da parte dei carabinieri di Anagni nei confronti dell’uomo. La vittima è una ragazza residente nella Città dei papi. Secondo la testimonianza della giovane, il 28enne la contattava quotidianamente al telefono, minacciandola di morte e provocandole un grave stato d’ansia.

In base alle indagini l’uomo la contattava nascondendo il numero telefonico, ripetutamente a qualsiasi ora del giorno e della notte, costringendo la giovane a cambiare le proprie abitudini e soprattutto a vivere nel terrore.

La ragazza lo scorso 16 ottobre, nonostante le minacce di morte, ha trovato il coraggio di denunciare il suo aguzzino e con decreto emesso dalla procura di Frosinone, i carabinieri di Anagni hanno provveduto alla perquisizione in casa del napoletano, già noto alle forze dell’ordine per reati simili.

Il cellulare e la relativa sim intestata a lui sono stati sequestrati per cercare ulteriori prove a carico dello stalker e porre fine una volta per tutte all’inferno di minacce subite dalla ragazza.