ANCONA – 24 APR – Quella che è stata ribattezzata la banda della gomma bucata è stata fermata dopo 63 colpi in tutta Italia , anche in Ciociaria e nel Pontino.

I carabinieri della compagnia di Jesi, in provincia di Ancona, hanno dato esecuzione a sette ordinanze di custodia cautelare a carico di altrettante persone originarie di Napol: sono accusate di furti aggravati, uso indebito di carte di pagamento e danneggiamento.

La tecnica utilizzata dai malviventi era quella della foratura dello pneumatico e le vittime preferite erano donne o anziani.

Dopo aver provocato la foratura della gomma di un’auto rubavano tutto che vi era all’interno una volta parcheggiata

I colpi  – secondo le accuse – sono stati messi a segno in tutta Italia: da Ancona a Firenze, da Napoli a Bologna, passando per Macerata, Viterbo, Latina, Frosinone, Caserta, Salerno, Benevento, Avellino, Perugia, Terni, Catania, Chieti, Pescara, Grosseto e Parma