APRILIA – 20 DIC – “PRONTO SIGNORA ..SIAMO CARABINIERI.. VOLEVAMO INFORMARLA CHE SUO FIGLIO È STATO ARRESTATO…SI TROVA QUI IN CASERMA…SONO NECESSARI QUATTROMILA EURO PER LA CAUZIONE…MANDIAMO DUE COLLEGHI DA LEI”.

La truffa secondo i carabinieri iniziava con questa telefonata ai danni di un’anziana donna ma stavolta gli impostori sono stati arrestati. Si tratta di un 35enne ed un 59enne originari della provincia di Napoli. Sono stati sorpresi mente si allontanavano dall’abitazione di una signora di 63 anni ad Aprilia, fingendosi carabinieri.

            In base alla ricostruzione dei fatti, i due si erano fatti appena consegnare 4 mila euro, ovvero la cauzione da pagare per liberare il figlio della donna che le avevano fatto credere di aver arrestato. La povera donna non avendo tutta la cifra richiesta in contanti aveva consegnato ai finti militari anche dei gioielli pur di scagionare il figlio. Insospettiti i carabinieri, quelli veri, hanno inseguito i malviventi fino a bloccarli ed identificarli. Per loro è scattato l’arresto per estorsione e resistenza a pubblico ufficiale.

            Inoltre sono in corso ulteriori indagini per capire se gli arrestati siano gli stessi autori di altre truffe commesse nei mesi scorsi ai danni di anziani. Il messaggio che arriva da parte dei carabinieri è quello di chiamare il 112 per qualsiasi dubbio ed in qualsiasi momento della giornata e di non aprire mai la porta a persone estranee.