AQUINO – 02 AGO – Stava percorrendo l’autostrada insieme alla moglie. Ad un certo punto ha notato il borgo medioevale arroccato a strapiombo sulla A1 e la scritta Aquino. “Questa è la città di San Tommaso, usciamo ed andiamo a visitarla”. E’ stato così che in paese si è presentato, inatteso ospite, Romano Prodi: il fondatore dell’Ulivo, due volte presidente del Consiglio dei Ministri, unico italiano a presiedere la Commissione Europea.

Viaggiava insieme alla moglie. La prima tappa è stata la chiesa della Madonna della Libera edificata nel 1200 dalle zie di San Tommaso. Poi, a piedi, l’ex premier ha imboccato via Giovenale, la stradina che conduce al centro. Lì ha iniziato ad incontrare le prime persone che, sbalordite gli hanno stretto la mano e fatto i complimenti.

Arrivato in piazza San Tommaso ha visitato il Borgo Medioevale e la casa dove risiedevano i Conti d’Aquino.

E’ stato a questo punto che qualcuno ha raggiunto il municipio ed avvertito il sindaco Libero Mazzaroppi. Il quale ha abbandonato ogni pratica inforcato subito una bicicletta e pedalato fino a raggiungere il presidente e la signora.

Si è presentato ed ha fatto da cicerone, spiegando le bellezze e le attrazioni del paese.

Prodi ha chiesto informazioni sulle feste, sul ‘sarcofago delle quadrighe’ che da Aquino è stato portato in Brasile in occasione delle Olimpiadi.

Prima di ripartire si è seduto in uno dei bar della piazza ed ha preso un drink analcolico, continuando a salutare i passanti.