Arce – Frode fiscale da 1 milione, nei guai un minimarket. Due denunce

Jpeg

Le indagini dei finanzieri su quel minimarket nel sorano sono diventate sempre più pressanti subito dopo un controllo effettuato per una mancata emissione di uno scontrino fiscale.

Da quell’ispezione i militari della Brigata di Arce sono riusciti a far emergere ben altro. Secondo le accuse gli amministratori pro tempore di quel negozio, una cittadina rumena e un cittadino italiano, non avevano mai presentato le dichiarazioni dei redditi. L’evasione fiscale ipotizzata dalle Fiamme Gialle ammonta ad un milione di euro.

L’attività d’indagine si è rivelata più complicata del previsto in quanto i due non hanno fornito i documenti contabili, adducendo motivazioni ritenute pretestuose.

Per questo motivo la ricostruzione del reddito è stata effettuata dapprima attraverso l’ausilio dello “spesometro”, che ha consentito di rilevare tutte le fatture di acquisto dei fornitori collegati al minimarket e, successivamente, attraverso l’esecuzione di numerosi controlli incrociati che hanno consentito di ricostruire gli acquisti dei beni destinati alla rivendita, riuscendo in tal modo a rilevare il margine di profitto.

Al termine dell’attività ispettiva è stata segnalata all’Agenzia delle Entrate un’evasione fiscale di circa 1 milione di euro con una conseguente evasione all’IVA pari ad oltre 150 mila euro.

I due amministratori pro-tempore della società sono stati denunciati per l’ occultamento delle scritture contabili.