CASSINO  – 05 SET – Un giorno e duecento metri nel ricordo di Pietro Mennea. Il 12 settembre è e sarà per sempre una data indimenticabile per l’atletica italiana. Quest’anno, l’appuntamento è ancora più importante, in quanto ricorre il 40° anniversario dell’impresa del mito Pietro Mennea, record del mondo dei 200 metri a Città del Messico: quel 19.72, corso alle Universiadi del 12 settembre 1979, a distanza di quarant’anni è ancora il primato d’Italia e d’Europa del mezzo giro di pista. A sette anni dalla prematura scomparsa della Freccia del Sud, l’Italia dell’atletica continua a ricordarlo con il Mennea Day. Anche quest’anno non mancheranno una serie di manifestazioni su quasi tutto il territorio nazionale nel segno dei 200 metri da correre in pista e non solo.  Il Cus Cassino, grazie al dinamico ed attivo professor Carmine Calce, e allo staff tecnico coordinato dal professore Agostino Terranova, ha organizzato aper il settimo anno consecutivo, una nuova edizione del ‘Mennea Day’ sulla pista di atletica dello stadio ‘Salveti’ intitolata proprio al campione olimpionico che, il 22 marzo 1983, vi stabilì il record mondiale di 14’’8 sui 150 metri. Pietro Mennea aveva inoltre iniziato i suoi studi all’Isef di Cassino, perciò Cassino sin dalla prima edizione è stata la prima città dell’intera regione Lazio ad aderire all’iniziativa. Il ritrovo è previsto alle ore 16 all’interno dello stadio ‘Salveti’, essendo una competizione non agonistica la partecipazione è aperta a tutti, basta iscriversi versando un contributo simbolico di due euro che sarà devoluto alla ‘Fondazione Pietro Mennea Onlus’, organizzazione voluta dal campione azzurro ed impegnata in iniziative di solidarietà sociale.Alle ore 16.30 scatterà la staffetta: 200 atleti per 200 metri.

Candida Izzi, allieva dell’Atletica Venafro, detiene il record femminile fatto registrare l’anno scorso con un eccellente tempo di  27”7. Fra i maschi resta record della manifestazione il 23”28 fatto registrare nel 2016 da Giuseppe Fantini dell’Intesa atletica di Latina. Invariati anche il record del più giovane registrato nel 2013 con 2 anni da Loris Simone e quello del “giovanissimo” 87enne Donato Formisano, Presidente della Banca Popolare del Cassinate (sempre a sostegno di questa manifestazione), che l’anno scorso un eccellente 2’5” ha sorpreso tutti. Il presidente della BpC avrà la pettorina numero uno e farà molto probabilmente la staffetta con il rettore dell’Unicas Giovanni Betta, che a sua volta passerà il testimone al sindaco di Cassino Enzo Salera: per lui si tratta del debutto in questa kermesse.