BRUXELLES – 02 LUG – Sono diversi i motivi concernenti la Visita, a seguito del tradizionale viaggio premio che tutti gli anni il Presidente Tajani offre ai Ragazzi che terminano il programma. Quest’anno erano in nove e con loro c’erano anche alcuni operatori della Comunità, accompagnati dal fondatore, Padre Matteo Tagliaferri. Il secondo motivo riguarda la ricorrenza dei 400 anni della nascita della Famiglia Vincenziana. Questa ricorrenza è stata festeggiata, per volontà del presidente del parlamento Europeo, all’interno del Parlamento nel quale erano presenti i vertici della famiglia Vincenziana sita in Italia e in tutto il mondo, insieme al padre generale della famiglia vincenziana, p. Tomaz Mavric.
Il Programma della Visita a Bruxelles è stato molto intenso e significativo per la comunità in dialogo, quanto per i ragazzi presenti. Tutto è iniziato martedì 27 Giugno alle ore 7.00 con la partenza per Bruxelles. Arrivati nella capitale Europea, i ragazzi si sono recati al Museo del Parlamento Europeo, inaugurato un mese fa dallo stesso Presidente, al termine della visita i ragazzi hanno avuto la possibilità di ammirare alcune delle più belle piazze della Capitale. A sera, invito a cena con i vertici della Famiglia Vincenziana di cui fa parte padre Matteo Tagliaferri.
Mercoledì 28 Giugno è stato il giorno più importante e intenso del viaggio, in quanto i ragazzi si sono recati presso la sede del Parlamento Europeo; una visita molto toccante! Entrati all’interno dell’aula, i ragazzi si sono fermati nel salone detto: “delle Bandiere”, luogo in cui vengono ricevuti i capi di Stato e Governo. Susseguentemente hanno fatto ingresso in una sala nella quale è stato illustrato loro, il ruolo del Parlamento Europeo e le Istituzioni che la compongono. A seguire si sono ritrovati nella sala nella quale ha avuto inizio il convegno in occasione dei 400 anni della nascita del Volontariato Vincenziano. Alle ore 11.00 è arrivato il Presidente Tajani! Il suo arrivo è stato molto toccante, dato che alla presenza di tutti, il Presidente ha subito rivolto un saluto a Padre Matteo e infine un calorosissimo abbraccio. Durante la cerimonia, dopo aver salutato anche i partecipanti, nel suo discorso, il Presidente ha parlato dell’opera dei vincenziani profusa nel mondo, un’opera fondata sul volontariato alla luce dei valori vissuti e promulgati da San Vincenzo, un francese che fa onore all’Europa, e promossa dagli stessi vincenziani in tutto il mondo. Ha poi parlato della Comunità in Dialogo di Trivigliano, sottolineando che essa non ha funzioni tipiche di un ospedale, bensì aiuta i ragazzi a curare i loro problemi, entrando nello spirito e nel cuore di ognuno di loro facendo riscoprire loro, il significato autentico della vita, in modo da ritornare più forti nella società. Tra i vari interventi il più incisivo e commovente è stato quello di padre Matteo volto al recupero e alla reintegrazione della dignità umana, svegliarini rispetto alla cultura che ha determinato il loro disagio e malessere. Al termine p. Matteo ha ringraziato con affetto il Presidente Antonio Tajani per la visita appunto a Bruxelles, una visita che per la Comunità è oramai diventata una tradizione che si rinnova di anno in anno per chi termina il programma.
Nel pomeriggio il Presidente Tajani in visita ufficiale ha partecipato alla Cerimonia organizzata in suo onore presso la grande Sinagoga di Bruxelles. Alla medesima Cerimonia hanno preso parte i Responsabili dei Musulmani e della Chiesa Cattolica. Anche la Comunità in Dialogo era stata invitata. Nel corso della suddetta Cerimonia, il Presidente è stato onorato di una targa nella quale è incisa l’intestazione di una foresta sita nello Stato di Israele. Il segno onorifico consegnato al Presidente esprime il cordiale riconoscimento dei rapporti interreligiosi tra Rabbino, Imam e Nunzio Apostolico e lo stesso Presidente. La serata è terminata con una cena proposta dal Presidente Tajani e i giovani della Comunità in Dialogo.