FROSINONE – 15 GIU – Una storia i cui contorni sono tutti da decifrare ed in cui si fa riferimento al Frosinone Calcio e a Ciro Immobile. La vicenda è quella relativa all’inchiesta “Oikos” sul calcio-scommesse in Spagna. A dare aggiornamenti in tal senso sono stati sabato due quotidiani iberici, El Pais e Marca.

Il riferimento al Frosinone e a Immobile deriva dalla trascrizione di una intercettazione ambientale, tra l’ex calciatore spagnolo Carlos Aranda, uno dei principali indiziati nell’inchiesta, e un certo Mattia Mariotti.

La conversazione è del 2 aprile. Secondo l’ipotesi della Polizia Mariotti potrebbe arrivare a quello che viene definito un “delegato” del Frosinone ed alcuni giocatori per un tentativo di corruzione tramite un suo conoscente, non identificato,  definito “dai capelli lunghi”, che avrebbe un agenzia di scommesse illegale frequentata anche da Ciro Immobile.

Secondo le ipotesi della polizia il delegato del Frosinone, con l’uomo dai capelli lunghi, avrebbe un debito di 130 mila euro per le scommesse.

 

..continua nel tg universo….