Verso la gara del “Curi” in casa Frosinone ecco le dichiarazioni di mister Moreno Longo.

La settimana post-Ascoli e la scelta opportuna del club giallazzurro di tenere la squadra in ritiro sulla rotta di avvicinamento a Perugia, per evitare l’ennesimo tour de force di viaggi continui (14 finora, andata e ritorno da Frosinone, dal 6 agosto scorso tra Tim Cup e campionato), ha permesso di presentare l’intervista a mister Longo in esclusiva sul sito ufficiale.

Mister, la partita successiva si dice che sia sempre la più difficile. Come guarda il Frosinone capolista alla partita con il Perugia?

“Sicuramente sappiamo e siamo consapevoli di andare ad affrontare un’ottima squadra che in questo avvio di campionato si è dimostrata davvero forte e completa in ogni reparto. Quindi andiamo a Perugia con grandissima umiltà, sapendo di dover disputare una partita di massima attenzione dove servirà il miglior Frosinone per portare a casa dei punti”.

Empoli e Palermo hanno dato segnali importanti nell’ultimo turno. Saranno loro le vere antagoniste?

“Credo che in questo momento sia prematuro parlare di chi sarà antagonista o meno, anche perché dobbiamo parlare delle cose di casa nostra. Come ho già detto precedentemente questo è un campionato nel quale sei-sette squadre si daranno battaglia sino all’ultimo per essere protagoniste. Dobbiamo pensare a noi stessi, continuare a crescere, lavorare e migliorare. E soprattutto continuare a mettere in campo questo spirito, questa voglia ed entusiasmo che ho visto in campo nell’avvio di campionato da parte dei ragazzi”.

Il primo turn-over, ad Ascoli, ha dato il massimo risultato. Per il prossimo cosa ha in mente, in considerazione anche delle condizioni dei singoli in questa settimana di allenamenti lontano da casa?

“Questa è una fase in cui stiamo valutando lo stato dei giocatori e quindi il recupero dalla partita di Ascoli. In base a questo aspetto, sceglieremo e cercheremo di mettere in campo la formazione migliore possibile per andare ad affrontare il Perugia. E’ quindi ancora troppo presto in ogni caso per fare una valutazione compiuta della condizione dei singoli, anche perché sono trascorse poche ore dalla partita di Ascoli. Ci teniamo tutta la giornata di domani (venerdi, ndr) per fare le opportune scelte sulla formazione”.

I grifoni hanno il miglior attacco del campionato, Han stella indiscussa di questo avvio. Ma la squadra di Giunti non parla solo coreano. Come la giudica a livello tecnico?

“E’ una squadra composta molto bene in ogni reparto, completa, con un attacco di tutto rispetto. Han è stata la sorpresa ma non possiamo dimenticarci giocatori come Di Carmine, Cerri (probabilmente out per sabato con Belmonte, ndr), come Falco che sarebbero titolari in ogni altra squadra ed alternative di tutto rispetto come Mustacchio, Bonaiuto e Terrani che in questa categoria possono davvero sostituire degnamente i giocatori precedentemente citati”.

Ad Ascoli, serata invernale e turno infrasettimanale c’erano 100 tifosi al seguito. A Perugia, quasi un derby per corsi e ricorsi storici, che impatto si attende da parte dei sostenitori giallazzurri?

“Mi aspetto la solita passione con cui ci stanno seguendo dall’inizio del campionato. Sappiamo benissimo dell’importanza del loro apporto. Vanno solo ringraziati anche per quanto ci hanno dato nella trasferta di Ascoli perché seguire la squadra in un turno infrasettimanale, sotto la pioggia, facendo sacrifici non è mai scontato da parte di nessuno. Quindi ci auguriamo che continuino a seguirci con questa passione, anche perché abbiamo bisogno di loro”.

Ufficio Stampa Frosinone Calcio