FROSINONE – 05 GIU – Un allenatore che abbia già combattuto per raggiungere obiettivi importanti, che sappia resistere alle pressioni, preferibilmente giovane, anche se non  necessariamente.

E’ questo il profilo ideale del nuovo allenatore del Frosinone. Lo ha indicato, nel suo intervento mercoledì pomeriggio a Rai Radio 1 Sport, direttamente il presidente Maurizio Stirpe.

Intanto uno di quelli considerati tra i papabili, Fabio Caserta, a meno di clamorosi colpi di scena nelle prossime ore, non siederà sulla panchina del Frosinone. La sua candidatura è saltata.

I ciociari in questi giorni stanno facendo una sorta di casting: Stirpe vorrebbe un allenatore di prospettiva che abbia già dimostrato le sue capacità con qualche risultato di rilievo. In via preferenziale si cerca un giovane.« Ma  – ha detto – se riuscissimo a trovare un allenatore con voglia di sposare il nostro progetto e che abbia già dimostrato di competere per obiettivi importanti, non ci faremmo scrupoli a prenderlo».

Per la prossima stagione si punta ad un progetto tecnico per poter competere per obiettivi importanti: è primario stare nella parte sinistra della classifica, per poi capire se si hanno le carte in regolare centrare i play off. «Ma  – ha avvertito  Stirpe  – ci saranno forti cambiamenti sia in ambito societario sia nel parco giocatori». Tradotto: si profila una rivoluzione.

Ma  Stirpe ha parlato anche dei singoli. Daniel Ciofani lo ritiene una colonna e si augura che possa rimanere a lungo ma – ha aggiunto – «a Frosinone è finito un ciclo iniziato ai tempi della serie C, c’è bisogno di rigenerarsi sia in società che nei giocatori».

Solo dopo un’attenta analisi – secondo Stirpe –  si potrà ripartire avendo punti di riferimento certi e precisi. La speranza, comunque, è che Ciofani resti con i giallazzurri. A Frosinone – ha precisato ancora il presidente – devono venire o restare solo giocatori che considerano questa piazza come un punto di partenza e non come punto d’arrivo.⠀Si vogliono ricreare le condizioni giuste  – ha continuato Stirpe – per tornare in serie A.

Chi sembra destinato ad andare via è Camillo Ciano per il quale il presidente ha confermato l’interesse di alcune squadre  di A.

E poi un passaggio su Pinamonti che ben sta facendo ai Mondiali under 20. Stirpe ha rivelato di aver suggerito a mister Di Biagio, tecnico dell’Under 21, di convocarlo subito con gli azzurrini. Pinamonti per Stirpe è stata una delle poche note liete della stagione.