CASSINO – 28 LUG –  I militari della locale Sezione Radiomobile, unitamente al personale del Co-mando Stazione Carabinieri di Piedimonte San Germano, nel corso di predi-sposti servizi tesi a monitorare il regolare svolgimento del mercato settimanale, traevano in arresto una 71enne, residente in provincia di Potenza, coniugata, bracciante agricola (già gravata da analoghe vicende penali) poiché colta nel-la flagranza del reato di “rapina”.

La predetta veniva fermata da altra donna subito dopo aver asportato dalla borsa della madre il portafoglio mentre quest’ultima era intenta a conversare telefonicamente e che riusciva, dopo una breve colluttazione, a recuperarlo. Una volta scoperta, l’anziana malfattrice, per assicurarsi la fuga, metteva in atto ripetuti atti di violenza anche nei confronti di una terza donna intervenuta in aiuto delle due malcapitate.

Tale comportamento criminoso veniva notato dai militari operanti, che avevano attuato uno specifico dispositivo per prevenire ed eventualmente reprimere la commissione di tali reati ed, intervenuti nell’immediatezza, dichiaravano la malvivente in stato di arresto poiché resasi responsabile del reato di rapina (impropria).

Ad espletate formalità di rito, l’arrestata veniva associata presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia Sezione Femminile, così come disposto dalla competente A.G.. Inoltre, nei confronti della predetta, veniva altresì inoltrata la proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio con divieto di far ritorno nel Co-mune di Cassino.