CASSINO – 24 AGO  – Già in carcere perchè accusato di stalking, un nuovo provvedimento va ad aggravare la posizione di un 35enne di Napoli rinchiuso nella struttura di Cassino. I carabinieri nella giornata di venerdì gli hanno notificato  presso la   Casa Circondariale un provvedimento cautelare in carcere emesso dal GIP del Tribunale di Napoli.

Il provvedimento scaturisce dalle indagini svolte dai carabinieri della compagnia di Cassino e della stazione di Atina dopo i fatti avvenuti il 15 agosto. L’uomo infatti è stato arrestato proprio il giorno di Ferragosto quando è andato a Villa Latina dalla ex moglie e dai figli ospiti in una casa famiglia, una struttura protetta. Il 35enne non poteva avvicinarsi a loro, lo aveva stabilito un giudice a giugno scorso dopo che l’uomo si era reso protagonista di alcuni episodi di violenza, maltrattamenti e minacce nei confronti della donna e dei figli minori. Inoltre gli era stata sospesa anche la responsabilità genitoriale. Il 15 agosto è stato bloccato ed arrestato dai militari mentre si recava presso la struttura protetta.

Da successivi accertamenti, è emerso che l’uomo in passato, in particolare ad agosto dello scorso anno aveva assunto lo stesso comportamento. Ovvero si era recato presso un’altra casa famiglia dove erano ospiti le ex ed i figli in Campania.