CASSINO – 20 GIU – Missione romana per il neo sindaco di Cassino Enzo Salera che in mattinata si è recato nella sede del Ministero dell’Interno per conoscere l’iter relativo al bilancio del comune. La città infatti, avendo dichiarato il dissesto nei mesi scorsi, è sottoposta alle stringenti regole ministeriali ed è lo stesso Viminale, attraverso i commissari, a varare il documento contabile. Senza quello la città non può muoversi ed il sindaco non può mettere in campo le prime azioni amministrative.

     Da Roma arrivano comunque buone notizie. “Dopo questo incontro sono davvero soddisfatto – ha scritto su Facebook Salera – perché se tutti rispettiamo la tabella di marcia, il bilancio dovrebbe essere approvato entro il mese di luglio”. Per il sindaco la conferma di questa tempistica sarebbe fondamentale, perché potrebbe permettere di far ripartire subito la macchina amministrativa.

     La priorità è quella relativa al decoro e alla manutenzione della città e le risorse in bilancio per Salera potrebbero sia far ripartire i lavori, che programmare l’assunzione di nuovo personale. “Ci vuole ancora qualche mese, – ha concluso Salera – ma grazie al lavoro e alla collaborazione dei cittadini e delle istituzioni, Cassino può finalmente rialzarsi e ripartire”.