Cassino – Birra di Montecassino, prima mietitura dell’orzo

CASSINO – 11 GIU – Via alle mietitrebbie: l’orzo piantato sui terreni intorno a Montecassino è stato mietuto in mattinata. I sacchi sono stati spediti a Pomezia, alla malteria Saplo – Peroni. Da lì torneranno tra 80 giorni per essere imbottigliati nel nuovo birrificio nato nelle ex masserie dell’Albaneta. E diventare così la prima produzione di birra d’abbazia con il nome Montecassino.

Una produzione carica di simboli. L’orzo era stato piantato il 24 dicembre, la vigilia di Natale. Oggi, giorno della mietitura, è quello che la tradizione dedica a San Benedetto.

Quanto orzo è stato ricavato dai 12 ettari seminati è un dato che al momento non si conosce. La malteria non si sbilancia sulla produzione che potrà ricavare. Dalle prime indiscrezioni che filtrano dagli agronomi, la produzione risponde in pieno agli standard di qualità che erano stati fissati.

Una volta imbottigliata, la birra Montecassino dovrà riposare e continuerà il suo ciclo di maturazione direttamente in bottiglia.

Intanto, continua il progetto dell’imprenditore Daniele Miri che ora punta alla creazione di una cooperativa di agricoltori, con i quali espandere la coltivazione di malto distico, al fine di accrescere la produzione di birra d’abbazia.

L’obiettivo ideale, a regime, sarebbe quello di raggiungere i 100 ettari di coltivazione.