CASSINO – 11 GIU -E’ stata condannata ad un anno e 8 mesi di reclusione e a pagare un’ammenda di 600 euro la dipendente della Asl di Frosinone, una signora  di Cassino, accusata di assenteismo.

Si farà carico anche delle spese legali per un valore di 3400 euro.

L’azienda sanitaria locale, dopo le indagini dei carabinieri che hanno accertato il modus operandi della donna che durante l’orario di lavoro lasciava la postazione per fare spesa, si era costituita parte civile. Assistita dall’avvocato Sandro Salera riceverà l’indennizzo come risarcimento danni  da parte della dipendente assenteista.  Così ha stabilito il tribunale di Cassino accogliendo le richieste della procura e dell’avvocato Sandro Salera.