CASSINO – 08 MAG – Ancora nuovi giorni di cassa integrazione per lo stabilimento Fca di Piedimonte San Germano. I lavoratori sono rientrati in fabbrica mercoledì dopo lo stop iniziato il 17 aprile, prima delle festività di Pasqua. Un rientro tra le linee di produzione che non sarà molto lungo visto che sono già state annunciate le nuove date di cassa integrazione per il mese di giugno.

        Fca Cassino Plant ha comunicato che nei giorni 3, 4, 10, 14 e 17 giugno si farà ricorso alla Cassa integrazione ordinaria per tutti i modelli: Stelvio, Giulia e Giulietta. La sospensione dell’attività lavorativa interesserà complessivamente 3.861 lavoratori: 3.474 operai e 387 impegnati. Giorni di stop che vanno ad aggiungersi a quelli già previste per il mese di maggio: 13, 17, 24, 27, 28 e 31 maggio. Mentre il giorno 23 sarà coperto con un par collettivo per tutti e tre i modelli per il raggiungimento del rateo.

        In quell’occasione erano stati proprio i vertici del gruppo torinese ad evidenziare che tra le varie cause del ricorso alla cassa integrazione c’erano anche “i recenti provvedimenti in materia di ecotassa”. Ecotassa introdotta dal governo Giallo Verde.

        Quindi, dopo che a marzo si è lavorato solo 10 giorni e ad aprile 9, anche a maggio non si dovrebbe andare oltre i 10 giorni lavorativi. E giugno non promette bene.