CASSINO – 26 GEN – L’attesa è finita, e le incertezze anche: possono guardare al futuro con serenità i 300 lavoratori interinali che da mesi stanno lavorando all’interno dello stabilimento Fca di Cassino. Il loro contratto in scadenza il 31 gennaio sarà rinnovato: dal primo febbraio saranno assunti da Fca a tempo indeterminato. Finalmente una buona notizia per loro e per tutto il territorio, nel quale si era diffuso un certo pessimismo dopo il licenziamento dei 532 operai che fino a qualche mese fa lavoravano nello stabilimento. Ma ora, assicurano i sindacati, l’impegno sarà profuso proprio in questa direzione: adoperarsi per riportarli gradualmente in azienda, appena il mercato, e quindi la produzione, lo consentiranno.

Ma adesso è tempo per i 300 ancora a lavoro di godersi il bel momento. La notizia è stata comunicata ufficialmente dai vertici aziendali all’esecutivo della fabbrica, informando contemporaneamente anche i segretari provinciali dei sindacati.

Franco Giangrande, della Uilm, commenta parlando di “piena soddisfazione”. Aggiunge che il compito delle organizzazioni sindacali sarà a questo punto quello di puntare al rientro dei 532 in maniera graduale, con programmi produttivi migliori. Oggi i numeri della produzione – dice Giangrande – non aiutano, ma non appena ci saranno le condizioni la loro attenzione sarà concentrata su questo.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal segretario della Fim, Mirko Marsella, che parla di una ottima notizia per il territorio e per il futuro dello stabilimento, che lascia quindi ben sperare per i prossimi mesi.

Durante la riunione con l’esecutivo l’azienda ha comunicato anche cinque giorni di stop produttivo, tutti i venerdì di febbraio ed il primo di marzo. Saranno coperti con le ferie degli operai. È l’unica nota stonata che però non riesce certamente ad annebbiare la gioia di questi 300 ragazzi, delle loro famiglie, e di tutto un territorio che ha mostrato grande solidarietà.