CASSINO – 14 MAG – In dieci anni 14 mila operai edili tra Frosinone e Latina hanno perso il posto di lavoro e 1700 aziende hanno chiuso. E non sono mancati, purtroppo, i decessi sul lavoro. 36 gli operai edili che hanno perso la vita nel periodo preso in esame. Sono state, infine, 12 milioni le ore lavorate in meno dagli operai nelle due province

I  dati ,drammatici, li ha forniti il Commissario della Filca Cisl Lazio Sud, Fabio Turco, nella relazione al Congresso Straordinario per eleggere i due nuovi Segretari Generali della Filca Cisl di Frosinone e di Latina.     Secondo la relazione del sindacato, aggregando il dato dal 2008 al 2017 della massa salari di Frosinone e di Latina, si possono calcolare oltre 100 milioni di euro persi dai lavoratori.

Scendendo nello specifico in Ciociaria hanno cessato l’attività 1043 imprese, 7970 lavoratori hanno perso il posto: sono state 7 milioni e 638 mila le ore lavorate in meno dalle maestranze. Nel pontino analizzando gi ultimi dieci anni sono 645 le imprese non più attive, 5551 gli operai non più occupati, 4 milioni e 487 mila le ore lavorate in meno dagli operai edili.