CASSINO – 05 GIU – Nella decorsa nottata,   personale appartenente alla Sottosezione Polizia Stradale di Cassino ,  nei pressi della progressiva chilometrica 674 della A/1,  territorio comune di Cassino, procedeva al controllo di una Fiat Panda   con targa italiana con tre  persone  a bordo.

Il conducente , che sin da subito, manifestava un atteggiamento nervoso,  esibiva la patente di guida e la carta di identità  come gli altri, ma ciò non  dissuadeva gli agenti a proceder ad una verifica più puntuale.

Infatti , sotto il tettuccio della vettura, precisamente tra la moquette e la lamiera vicino al parasole, lato passeggero, venivano rinvenute tre carte di identità  valide per l’espatrio ed una patente di guida.

Tutti i documenti trovati  erano intestati a varie persone ma le fotografie corrispondevano ai tre fermati.

Opportuni accertamenti facevano rilevare che nessun documento  trovato fosse da ricercare, quindi da ritenere falsi  o contraffatti, per cui V.L. di anni 37, P.G. di anni 34 e L.A. di anni 27, tutti di origine campana, venivano tratti in arresto per possesso di documento valido per l’espatrio falso.

Sono in corso attività d’indagine per cercare di risalire all’origine della fabbricazione dei citati documenti.

Le indagini sono coordinate dall’A.G. di Cassino.