CASSINO – 12 LUG – L’Abbazia di Montecassino si affida al buon cuore degli internauti per poter dare nuova vita all’antico ingresso Pax, minacciata  dall’avanzare del tempo. Di qui la necessità di fermare il deterioramento. Nel piazzale antistante Il portone PAX, che è il simbolo del monastero, è, infatti, ben visibile un rigonfiamento e uno scollamento dei sampietrini causati da danni interni. Ciò rende quel tratto di pavimentazione non praticabile e bisognoso di un piccolo programma di manutenzione architettonica. E, mancando i fondi pubblici, l’abbazia di Montecassino avvia una campagna di crowdfunding a cui è possibile partecipare attraverso la rete. L’obiettivo, spiegano dal monastero, è di arrivare a raccogliere 15mila euro per dare nuovo lustro alla pavimentazione dell’antico ingresso.  Il restauro assicurerà un futuro sia al   portale che  alla pavimentazione antistante.

Chiunque può partecipare alla campagna, attraverso la pagina di crowdfunding appositamente creata o anche attraverso la pagina face book dell’abbazia di Montecassino.

E non è un caso che la campagna sia partita proprio in queste ore. L’11 luglio, infatti, è la festa di San Benedetto da Norcia che nel 529 scelse il monte che sorveglia Cassino per costruire un monastero che avrebbe ospitato lui e quei monaci che lo avevano seguito da Subiaco. E da allora sono stati migliaia i pellegrini e i visitatori  che hanno varcato la soglia dell’Abbazia. Si affida un po’ alla data, sperando porti bene, un po’ alle nuove e moderne tecnologie social l’Antico Monastero con la speranza di riuscire a salvare uno dei simboli della cristianità nel mondo.