CASSINO – Nuovo arresto in A1 da parte degli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino. A finire nei guai un 38enne campano. Secondo gli agenti del Comandante Cerilli, l’uomo ha fornito un documento falso.

Nel pomeriggio di martedì una pattuglia in servizio ha notato in autostrada nel territorio di Cassino, una Fiat croma con targa bulgara con a bordo tre persone. Hanno fermato l’auto ed il conducente ha subito mostrato nervosismo mentre mostrava loro la patente di guida e la carta di identità, tanto da indurre i poliziotti ad accertamenti più approfonditi.  All’interno del cassetto portaoggetti è stata trovata una carta di identità valida per l’espatrio ed una tessera sanitaria intestate ad una persona nata e residente in Toscana. La fotografia sulla carta d’identità però ritraeva uno dei fermati. I documenti infatti risultavano smarriti dal proprietario con tanto di denuncia ed utilizzati dall’uomo che si è avvalso delle false generalità per farsi refertare presso l’Ospedale civile di Frosinone a seguito di un incidente subito. Per l’uomo, un trentottenne campano, sono scattate le manette per possesso di documento falso valido per l’espatrio. I controlli proseguono senza sosta da parte della polizia stradale. Solo nel fine settimana appena trascorso, infatti, gli agenti, oltre ad aver sorpreso un autista con la carta di qualificazione scaduta alla guida di un pullman utilizzato per un viaggio di istruzione, hanno contestato 218 infrazioni, decurtato 491 punti, ritirato 3 patenti di guida e 11 carte di circolazione e sequestrato 2 mezzi privi di assicurazione.