CASSINO – 08 MAG – Sono ripartite le operazioni di distacco dei contatori idrici agli utenti morosi di Cassino. A darne notizia è Acea Ato5 che sottolinea come non si stia procedendo né si procederà, al distacco di quei nuclei familiari destinatari del bonus sociale idrico. L’avvio di tale operazione trae le mosse dall’ordinanza del sindaco del 21 novembre scorso, il quale aveva obbligato il gestore a verificare le condizioni di disagio economico delle famiglie prima di procedere al distacco.

         Un atto che Acea aveva impugnato davanti al Tar, ma che in attesa di conoscere le decisioni dei giudici, verrà rispettato così come dettato dal comune. Lo scorso mese di marzo infatti, dice il gestore, è stato inviato in comune l’elenco delle utenze morose al fine di poter effettuare la verifica sulle eventuali condizioni di disagio economico-sociale. Dal comune la risposta è arrivata il 3 maggio ed è stata molto chiara: nessuno dei nominativi è seguito dai servizi sociali.

         Acea Ato 5 in ogni caso ha sottolineato come per casi di particolare rilevanza che il comune intenderà segnalare, soprassiederà ai distacchi. Lunedì intanto si è svolta una riunione tra il gestore ed il commissario al comune di Cassino, in cui Acea ha spiegato che ogni operazione è stata svolta seguendo le indicazioni emanate dal Municipio. L’attività di distacco quindi proseguirà in tutta la città martire.