CASSINO – 25 APR – Straordinaria scoperta nel pomeriggio di mercoledì in Via Di Biasio a Cassino, dove la terra ha restituito una delle tante testimonianze del passato sul nostro territorio. Nei pressi della clinica San Raffaele sono infatti in corso alcuni lavori per la posa dei cavi della fibra ottica, e proprio mentre i mezzi d’opera stavano scavando in profondità, è scattato l’allarme. Le ruspe infatti vengono sempre precedute da una sonda munita di telecamera che anticipa lo scavo ed in questo caso le immagini hanno restituito qualcosa di unico.

            Proprio dove dovrebbero passare i cavi è stata infatti trovata una tomba, presumibilmente di epoca romana, al cui interno si troverebbe ancora parte dei resti. Ad ispezionare il sarcofago è stata la stessa sonda, le cui immagini hanno mostrato frammenti ossei. La zona in cui è stata fatta la scoperta non è nuova ad eventi del genere, a pochi passi da lì si trovano infatti i resti del cosiddetto colosseo e della tomba di Ummidia Quadratilla.

            Per ora lo scavo è stato coperto con un telone in attesa dell’intervento delle autorità competenti che possano stabilire con esattezza di che tomba si tratti e soprattutto che sappiano come intervenire per preservare il più possibile il reperto. Al momento i lavori, naturalmente, sono fermi, ma la curiosità per scoprire di cosa si tratti è molta. Anche perché potrebbe scriversi una nuova pagina della geografia della storia romana in questo territorio così ricco.