CASSINO – 30 GIU – Entra nella “Sala Rossa” del pronto soccorso e prende a pugni il medico di turno. Poi, non contento, aggredisce anche i carabinieri. E’ questa la ricostruzione dei carabinieri della notte agitata vissuta nell’ospedale di Cassino, dove un 55enne di San Vittore del Lazio è stato arrestato dai militari della compagnia di Cassino, agli ordini del capitano Ivan Mastromanno, per “resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

            Erano circa le due di notte quando l’uomo ha iniziato a seminare il panico nell’ospedale facendo irruzione all’interno della “Sala Rossa”, quella dedicata alle emergenze, mentre i medici e gli infermieri stavano svolgendo il loro lavoro.

            Nonostante il medico di turno gli avesse prestato attenzioni e si era interessato alla sua patologia, il sanvittorese lo ha aggredito colpendolo ripetutamente con i pugni sul braccio sinistro, senza alcun motivo dicono i carabinieri. Aggressione placata solo grazie all’intervento degli infermieri e del personale sanitario presente.

            Ma non è finita lì. Poco dopo il 55enne si è scagliato anche contro i carabinieri che erano arrivati sul posto: l’uomo è stato così bloccato ed arrestato. Il medico aggredito ha riportato lesioni al braccio sinistro giudicate guaribili in 5 giorni. Mentre il 55enne di San Vittore è stato posto ai domiciliari nella propria abitazione.