CASTRO DEI VOLSCI – 09 MAR – La collaborazione dei cittadini ed il pronto intervento dei Carabinieri: sono i due fattori che hanno portato a sventare una truffa ai danni di un anziano di Castro dei Volsci, che stava per consegnare ad un campano oltre seicento euro. I piani del furbetto sono saltati grazie alla segnalazione arrivata al 112.

Già da tempo il comandante della stazione aveva attivato una serie di accorgimenti per prevenire questo tipo di reati. È stato in virtù di questo che al sottoufficiale è arrivata la segnalazione di un prelievo anomalo dall’ufficio postale: oltre seicento euro prelevate dal conto di un anziano della cittadina. I Carabinieri, pur non avendo l’auto di servizio, sono subito arrivati sul posto: alla vista dei militari un 21enne, campano di origini ma residente nel siracusano, è fuggito. Ne è nato un inseguimento, durante il quale non sono mancati momenti di pericolo, per gli altri automobilisti e per alcuni pedoni. I militari della locale stazione sono stati costretti a desistere solo per via di un guasto alle sospensioni dell’auto sulla quale viaggiavano.

Hanno poi però eseguito tutti gli accertamenti, ed è emerso che il 21enne aveva messo in atto la classica truffa dello specchietto, urtando l’auto dell’anziano e facendogli credere che era stato lui a causare il danno, pretendendo quindi il risarcimento. Per questo la vittima, in buona fede, aveva prelevato quei soldi per consegnarglieli. Il 21enne è stato riconosciuto nelle foto segnaletiche, ed è emerso anche che la macchina con la quale è riuscito a fuggire era intestata proprio a lui.

È stato quindi denunciato per truffa, e sarà proposto anche per un foglio di via dal territorio di Castro dei Volsci.