CISTERNA – 26 GIU – E’ ancora introvabile l’arma, forse un martello domestico, con cui Fabio Trabacchin, di 35 anni di Cisterna, il 10 giugno ha ucciso la moglie coetanea Elisa Ciotti all’interno della loro abitazione nel quartiere di San Valentino. Hanno dato esito negativo le ricerche compiute dai Carabinieri della Stazione di Cisterna e dagli addetti dell’Anas nel luogo – tra i chilometri 18 e 19 della strada regionale Pontina,  in località Castel di Decima- in cui l’uomo, reo confesso ha dichiarato di aver abbandonato il martello con cui ha colpito mortalmente la moglie dalla quale si stava separando. Le analoghe ricerche dell’arma, anche queste senza esito, erano state compiute, subito dopo il delitto nei cassonetti dei rifiuti dislocati nel quartiere di San Valentino a Cisterna