CISTERNA – 28 LUG – Drogato e ubriaco alla guida della propria auto causò la morte della compagna incinta in seguito ad un terribile incidente stradale: sono le accuse a carico Un 30enne  di Cisterna di latina, che ora è finito in carcere.  L’uomo, rintracciato  a Velletri dai carabinieri, è accusato  di “omicidio stradale aggravato, lesioni personali stradali gravissime, guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti   ed in stato di ebbrezza alcolica, ed interruzione della gravidanza”.

La compagna, la 27enne Valentina Picca, è morta in ospedale a Latina lo scorso 16 febbraio. Era incinta alla quattordicesima settimana.

L’incidente si verificò lungo viale Kennedy a Cisterna il 21 gennaio scorso: il 30enne – dicono i militari – benché in stato ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, si era messo alla guida di un’autovettura, con a bordo  la vittima, in stato interessante,  e le figlie di lei di 5 e 2 anni, tutte residenti a Cisterna di Latina.

Dopo aver perso il controllo del mezzo la stessa auto andò ad impattare contro un palo dell’Enel ribaltandosi e prendendo parzialmente fuoco. La donna morti una ventina di giorni dopo la Goretti, con conseguente interruzione della gravidanza e morte del feto, mentre le due bambine riportarono lesioni gravissime con prognosi rispettivamente di 60 e 130 giorni;

Quell’auto – secondo le accuse –  era anche sprovvista di copertura assicurativa e la patente dell’uomo era scaduta da un anno.

Il 30enne si trova in carcere a Latina.