Colfelice – Saf, primi camion di umido verso altri impianti

COLFELICE – 12 SETT – Venerdì: è la data entro la quale la Saf spera di risolvere il problema del conferimento dell’umido. I disagi nei comuni ormai vanno avanti da giorni, da quando lo stabilimento di Colfelice ha annunciato di non poter ricevere l’organico. Caos quindi nella raccolta rifiuti di diversi comuni, calendari stravolti, sindaci divisi tra chi ha accettato la soluzione proposta da Saf, quindi quella di mischiare umido ed indifferenziata, e chi invece parla di follia, come il sindaco di Frosinone.

I vertici della società ambiente Frosinone, il presidente Lucio Migliorelli in testa, stanno lavorando incessantemente, spiega una nota: l’obiettivo è quello di trovare impianti fuori provincia che possano accogliere tutti i quantitativi che vengono prodotti in questi giorni, in modo da evitare che si crei una emergenza.

Intanto, spiega sempre la saf, i primi camion di frazione “umida” sono già  partiti per impianti fuori provincia. “entro venerdì – conclude Migliorelli – spero di poter dare rassicurazioni e soluzioni ai Sindaci ed ai cittadini”.