FERENTINO – 22 SET – Era riuscito a mettere insieme un bel bottino, ma l’ultimo colpo gli è costato la libertà. Un marocchino di 23 anni, residente ad Arnara, è stato arrestato nella notte a Ferentino durante la notte bianca che si è tenuta nell’ambito della manifestazione “Ferentino è”. L’arresto, come detto, è avvenuto dopo l’ultimo di una lunga serie di furti intorno alle 3:30.

     Il 23enne infatti, con lo stesso modus operandi, dopo aver portato a termine il reato ha provato a dileguarsi per i vicoli del centro, ma è stato notato dai carabinieri della stazione di Ferentino. Ne è nato un inseguimento con i militari che dopo circa 300 metri e con non poche difficoltà sono riusciti a fermare lo straniero. Nell’immediato i carabinieri gli hanno messo le manette ai polsi, ma il giovane non ha mollato.

     Malgrado fosse ammanettato, infatti, il 23enne è riuscito a liberare una mano ed ha tentato nuovamente la fuga. Un tentativo stroncato sul nascere dall’intervento di tre allievi marescialli della scuola di Firenze e da un poliziotto, tutti liberi dal servizio. E’ stato a quel punto che gli inquirenti hanno accertato cinque furti, con cui il giovane era riuscito a portar via portafogli ed un Iphone8.

     I carabinieri che lo avevano bloccato dopo l’inseguimento sono dovuti ricorrere alle cure mediche ed hanno riportato una prognosi di tre giorni, l’arrestato, accusato di furto, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, è stato portato in carcere a Frosinone.