FIUGGI – 03 DIC – Quattro persone arrestate, tre ai domiciliari ed una con l’obbligo di firma, nell’ambito di una operazione della Guardia di Finanza di Fiuggi. I quattro, residenti tra Frosinone ed Alatri, sono accusati a vario titolo di contraffazione e ricettazione. Ad incastrarli è stata quella che i finanzieri non esitano a definire una boutique del falso, attiva sui social network. Grazie al monitoraggio costante del web i finanzieri hanno trovato la pagina facebook in cui erano in vendita capi delle più note firme, contraffatti, a prezzi stracciati rispetto al mercato.

     Quei profili, dicono gli inquirenti, erano dei veri e propri negozi online in cui chiunque poteva acquistare quei prodotti contraffatti attraverso pagamenti su carte postepay o accrediti su conti Paypal. Le indagini, coordinate dalla procura di Frosinone, hanno poi permesso di scoprire due negozi, uno a Napoli e l’altro a Frosinone, in cui quei capi contraffatti venivano confezionati. Le attività erano intestate a prestanome riconducibili agli indagati dicono i finanzieri.

     Durante le indagini i finanzieri sono riusciti ad effettuare diversi sequestri, fatto questo che però non ha impedito agli indagati – di cui due dicono i finanzieri vicini alla criminalità campana – di proseguire l’attività con profili social sotto falso nome oppure utilizzando profili di persone straniere compiacenti. In totale sono stati sequestrati 1247 capi d’abbigliamento, per un valore di mercato di circa 100 mila euro. Bloccati inoltre tutti i conti correnti riconducibili agli indagati, con sequestri che ammontano a circa 60 mila euro.