FONTANA LIRI – 05 SETT – Giravano troppi soldi falsi, le segnalazioni erano arrivate ed i carabinieri hanno focalizzato il loro impegno su questo, ottenendo i primi risultati. Martedì pomeriggio a Fontana Liri sono state arrestate due persone: avevano quasi cinquemila euro in banconote false. Tutte da cinque euro: l’attenzione di chi li riceve è più bassa, vista la piccola somma, ed in questo modo si riusciva a metterli in commercio con più facilità.

Ora però i carabinieri hanno operato un ingente sequestro: sono stati i militari della sezione operativa del Comando Antifalsificazione Monetaria di Roma, insieme a quelli del Norm di Sora e della stazione di Isola a fermare la coppia. Sono due conviventi di 45 e 65 anni, vengono da Casoria ed hanno dei precedenti. Lui in particolare era già conosciuto dagli uomini del tenente colonnello Fabio Imbratta che comanda gli esperti in antifalsificazione.

La coppia era tenuta d’occhio ed è stata fermata a Fontana, dove è scattata la perquisizione: sotto il sedile anteriore destro c’erano due involucri di cellophane, contenenti complessivamente 897 banconote false da 5 euro, per un corrispettivo valore 4.485euro. Il 65enne poi aveva una patente di guida falsa: la sua foto ma i dati di un’altra persona. Tutto è stato sequestrato, anche l’auto, i due sono stati arrestati: lui è stato portato in carcere a Cassino, lei ai domiciliari a casa sua.

Un importante risultato dopo le segnalazioni che erano arrivate dal territorio: proficua quindi la collaborazione tra i militari del comandante provinciale, il colonnello Fabio Cagnazzo, e quelli del comando antifalsificazione monetaria. Gli arrestati sono accusati di concorso finalizzato alla falsificazione di monete, spendita e introduzione nello stato, previo concerto, di monete falsificate”.