FORMIA – 04 AGO – Una discussione nata per motivi banali tra le mura di casa, a Formia. Da una parte una donna, moglie e madre, dall’altra il compagno , un 41enne sud coreano.

Dalle parole poi si è passati alle mani. Quelle che l’uomo ha usato, ancora una volta – ritengono le accuse – nei confronti della sua famiglia.

E’ stata la signora a chiedere aiuto ai carabinieri chiamati dal telefono dei   vicini di casa dove insieme al figlio adolescente aveva cercato riparo dalle botte e dalle minacce di morte subite dal convivente.

Sul posto sono giunti i militari della stazione di Formia che hanno invitato il 41enne ad aprire. Con non poche difficoltà e dopo diversi tentativi, l’uomo ha spalancato la porta di casa e li ha fatti entrare. Mentre la donna veniva accompagnata in ospedale al Dono Svizzero per farsi curare le ferite provocate dalla furia del compagno.

L’uomo  è stato così fermato ed arrestato. Deve rispondere di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e minaccia aggravata.