FROSINONE – 08 GEN – La città di Frosinone si appresta ad iniziare la seconda settimana dell’anno ancora attanagliata dallo smog. A confermarlo sono i dati forniti da Arpa Lazio dove la concentrazione di polveri sottili nell’aria nella zona di Frosinone Scalo è stata pari a 80 microgrammi per metro/cubo. Decisamente meglio nei comuni di Ferentino, Cassino, Ceccano, Alatri, Anagni e Fontechiari, qui i parametri rilevati dalle stazioni non hanno evidenziato superamenti previsti dalla legge.

Il nuovo anno è iniziato dunque all’insegna dell’inquinamento nel capoluogo e la zona rossa in questione sempre è quella dello Scalo come nel 2017 e negli anni precedenti. Il Comune ha già predisposto targhe alterne e lo stop ai tir per la lotta allo smog. Da oggi fino al 30 marzo, il lunedì la circolazione sarà consentita solo alle auto con targhe dispari e tutti i venerdì alle macchine con targhe pari, con orari dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 22,30. Inoltre il primo blocco del traffico è previsto per la prossima domenica, il 14 gennaio.

La novità di quest’anno è anche lo stop ai tir superiori alle 3,5 tonnellate in Corso Volsci, ex Monti Lepini, nei giorni prestabiliti dall’amministrazione Ottaviani nei provvedimenti antismog. Il tutto in attesa del nuovo piano regionale per la qualità dell’aria che dovrà essere varato dalla Regione Lazio nelle prossime settimane.