ROMA – 25 GEN – Attivato l’intervento per l’area di crisi
industriale complessa di Frosinone. La misura, si legge sul sito del
Mise, “promuove la realizzazione di iniziative imprenditoriali da
parte di piccole e medie imprese con l’obiettivo di rafforzare il
tessuto produttivo locale e attrarre nuovi investimenti”. Le risorse a
disposizione sono pari a 10 milioni di euro. Le domande, si legge
ancora nella nota, potranno essere presentate a Invitalia dal 1° marzo
2019.

L’area industriale di Frosinone è stata riconosciuta ”area di crisi
industriale complessa” con decreto ministeriale 12 settembre 2016. Il
23 ottobre 2018 è stato sottoscritto tra Ministero dello Sviluppo
Economico, Agenzia nazionale politiche attive lavoro – ANPAL, Regione
Lazio, Provincia di Frosinone, Comune di Colleferro, Agenzia Nazionale
per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa- Invitalia
, un Accordo di programma per l’attuazione del ”Progetto di
riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi
industriale complessa del sistema locale del lavoro di Frosinone”
(PRRI), finalizzato al rilancio delle attività industriali, alla
salvaguardia dei livelli occupazionali, al sostegno dei programmi di
investimento e sviluppo imprenditoriale.