E’ stato sottoscritto, oggi durante una riunione presso l’Assessorato al Lavoro e Nuovi diritti, un accordo tra Regione Lazio e Parti sociali sugli ammortizzatori sociali destinati alle aree di crisi complessa, per soddisfare le oltre 1.600 domande di mobilità in deroga.

“Un risultato importante – ha commentato l’Assessore al Lavoro, Claudio Di Berardino – raggiunto dopo diversi incontri con le Parti sociali. Insieme abbiamo individuato la strada migliore per dare risposte alle lavoratrici e ai lavoratori di Rieti e Frosinone che hanno perso l’occupazione.  In questo percorso abbiamo coinvolto opportunamente anche il Ministero del Lavoro, dato che il finanziamento degli ammortizzatori sociali è di competenza del governo nazionale”.

“A seguito delle sollecitazioni della Regione Lazio, supportata dalla Conferenza Stato-Regioni, e della mobilitazione dei lavoratori – ha sottolineato Di Berardino –  il governo ha inserito nel ddl in discussione in queste ore una norma che stanzia 6 mln, i quali si aggiungono agli oltre 8 mln già a disposizione della Regione Lazio”.

“Raccogliendo le richieste del Tavolo – ha aggiunto l’Assessore al Lavoro – ci impegniamo ad avviare momenti di confronto per verificare l’attivazione degli accordi di programma promossi sui territori. Incontrerò oggi stesso i lavoratori che da giorni presidiano la Provincia di Frosinone. Il nostro obiettivo è consentire ai giovani disoccupati e a tutti coloro che hanno perso un’occupazione di essere reinseriti nel mercato del lavoro”.