FROSINONE – 25 GIU – Una nuova irruzione, sempre in quel palazzo di Via Marittima. Strani movimenti e la presenza di persone sospette hanno fatto scattare il blitz da parte della squadra volante della Questura di Frosinone. Un 36enne del posto è stato arrestato per detenzione e spaccio: aveva con se diversi grammi di cocaina e di hashish ed un bilancino di precisione.

La zona dove si trova il palazzo nella parte bassa di Frosinone, in Via Marittima è monitorata costantemente dagli uomini del Dott. Flavio Genovesi poiché considerata a rischio spaccio e dove nei mesi scorsi gli agenti delle volanti hanno arrestato 4 persone. Nella serata di lunedì la polizia deciso di fare irruzione nel palazzo con l’aiuto delle unità cinofile.

Durante i controlli, alla vista degli agenti e dei cani antidroga, un uomo ha tentato la fuga attraverso la scalinata principale dell’edificio. Ma fuori ad aspettarlo c’erano altri poliziotti pronti a fermarlo. L’uomo, un 36enne di Frosinone si è giustificato dicendo che in quel palazzo vive la sua compagna che dagli accertamenti è emerso avere precedenti in materia di stupefacenti.

Da una prima perquisizione, il 36enne è stato trovato con addosso della cocaina,  l’aveva nascosta nei calzini. A casa dell’uomo, in un’altra zona della città c’erano altre dosi di hashish e cocaina già pronte per essere vendute dicono gli agenti. L’uomo è stato arrestato, la droga sequestrata. Durante le operazioni è stato segnalato al Prefetto una persona residente nel palazzo in questione perché trovato in possesso di stupefacente.