FROSINONE – 30 NOV – Un’ondata di controlli ordinati dal comando provinciale di Frosinone che ha coinvolto nelle scorse ore tutte le articolazioni dei carabinieri in Ciociaria. Le parole d’ordine sono state prevenzione e repressione dei reati, soprattutto per quel che riguarda furti e rapine, ma anche spaccio di stupefacenti. I militari hanno controllato, garantendo una presenza visibile alla cittadinanza, soprattutto le stazioni ferroviarie, i parchi pubblici ed i luoghi di maggior degrado.

     Ai controlli hanno partecipato 64 militari e 34 automezzi in totale. In totale sono state sei le persone denunciate dai militari, in particolare due 23enni, uno di Ceccano ed uno di Anagni, per guida in stato di ebbrezza. Ad Amaseno invece un 34enne è stato denunciato per aver rifiutato di sottoporsi all’alcooltest. A Paliano invece un 23enne è stato trovato con 125 grammi di hashish e circa tre grammi tra cocaina e marijuana dopo le perquisizioni personale e domiciliare.

     A Sant’Apollinare un uomo di 53 anni è stato denunciato per guida in stato d’ebbrezza: l’uomo dopo aver investito un cinghiale con la propria auto è risultato positivo all’alcooltest con un valore quasi il doppio del consentito. Per lui è scattato il ritiro della patente ed anche del porto d’armi. Nello stesso servizio sono stati controllati anche sei locali pubblici, mentre sulle strade sono state quattro le auto sequestrate per mancanza di assicurazione.