FROSINONE – 09 LUG -Soccorso pubblico, prevenzione e repressione: su queste tre direttici si stanno incentrando le attività della Polizia di Stato in provincia di Frosinone.
Con l’emergenza incendi che non accenna a placarsi gli agenti sono intervenuti anche per prestare soccorso ad alcune famiglie in difficoltà. E’quanto accaduto, ad esempio, a Tecchiena di Alatri.
Qui un rogo si stava avvicinando pericolosamente ad un’abitazione dove c’è un bombolone di gas. Gli agenti hanno provveduto a mettere in sicurezza le persone, tra cui anche alcuni anziani non autosufficienti, e poi con l’ausilio della protezione civile hanno tentato di circoscrivere il rogo in attesa dei mezzi aerei.
Ma i controlli disposti dalla Questura sono stati tesi anche alla repressione di furti e rapine. Per questo sono state effettuate ispezioni in tutto il territorio provinciale, soprattutto nelle zone residenziali e periferiche.
Con la gente fuori per le vacanze diventa questo il momento più propizio, per i furti, all’interno delle abitazioni.
Da qui l’invio della Polizia ai cittadini affinché gli stessi si rivolgano al 113 in caso di situazioni anomale. L’o-biettivo della Polizia è quello di creare una rete che possa consentire il monitoraggio delle varie aree.
Intanto nella sola giornata di sabato sono stati effettuati 27 posti di blocco, identificate 311 persone, 687 veicoli ispezionati, grazie al Sistema Mercurio, 33 contravvenzioni al codice della strada comminate, con 5 mezzi sequestrati e 4 patenti ritirate.