FROSINONE – 18 OTT – Stavano aspettando l’autobus, lui le ha palpeggiate, impedendo che si allontanassero: le vittime sono due minorenni di 14 anni. Il pedofilo è di Arce ed ha 50 anni.

Nel pomeriggio di mercoledì gli agenti della Questura di Frosinone hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Frosinone, neiconfronti dell’uomo. E’ accusato di violenza sessuale.

L’ordinanza gli è stata notificata in carcere dove si trova perchè esattamente il giorno dopo l’episodio delle adolescenti, il 14 settembre aveva molestato una 65enne di Frosinone ed era stato arrestato dai carabinieri.

Il giorno prima secondo la ricostruzione degli agenti, il pedofilo in questione aveva avvicinato le 14enni alla fermata dell’autobus, in Largo Turriziani, le aveva bloccate e toccate all’improvviso nelle parti intime. Le due lo stesso giorno sono andate in Questura accompagnate dai genitori ed hanno raccontato tutto agli agenti.

Il fatto è stato ricostruito in tempi record dagli investigatori della Squadra Mobile diretti dal Dott. Carlo Bianchi. I poliziotti hanno visionato le telecamere di video-sorvegliaza piazzate nella zona e riusciti nell’immediato ad identificare il 50enne.

Raccolti tutti gli elementi sono stati messi al disposizione del Pubblico Ministero,il dr Samuel Amari, della Procura della Repubblica di Frosinone, la cui richiesta di misura cautelare in carcere è stata poi accolta dal G.I.P. del Tribunale del Capoluogo, dr Antonello Bracaglia Morante.