Frosinone – 15 GIU – Dal 15 giugno fino al 30 settembre 2019,  durante i fine settimana e i giorni festivi  è vietato, nelle zone boscate e cespugliate e in tutti i terreni coltivati o no,  appiccare focolai.  Lo ha deciso il comune di Frosinone con una ordinanza firmata dal sindaco Ottaviani in cui si fa divieto   in prossimità di boschi, sui terreni agrari, su campi coltivati e incolti, sui prati, lungo le strade comunali, provinciali, statali, le autostrade e le ferrovie, di accendere fuochi o bruciare le ceppaie delle colture graminacee e leguminose, le erbe, i rovi, la sterpaglia.

Non solo. Nel caso di mancata pulizia di aree incolte a ridosso delle strade , i proprietari verranno multati  dai  155,00 e ai  624,00 euro.

Una ordinanza spiega il sindaco Nicola Ottaviani, che si rende necessaria a ridosso della stagione estiva per  prevenire gli incendi e per disporre la pulizia dei terreni e lo sfalcio della vegetazione, ponendo così rimedio allo stato di incuria in cui versano alcuni appezzamenti di terreno di proprietà privata, o aventi i fronti, su strade comunali. Queste aree, se non regolarmente oggetto di pulizia da parte dei privati proprietari, possono determinare gravi problemi per la viabilità  e rappresentare facile innesco a rovi estivi.