FROSINONE – 10 NOV – Lo sciopero non riguarda  solo il settore trasporti.   Si ferma anche il mondo della scuola: docenti, dirigenti, professori  e personale Ata     delle sigle Cobas-Confederazione dei comitati di base, Usb e Cib-Unicobas. Le ragioni della protesta sono tante a detta dei sindacati: vanno dal Jobs act, alla manovra, dalle pensioni, alla precarizzazione dei contratti. In oltre 40 città italiane oggi si sono radunati   cortei e presidi, anche in piazza Vittorio Veneto a Frosinone in cui sono stati portate all’attenzione del  Prefetto e della collettività   le grosse problematiche occupazionali della provincia, non ultima quella relativa ai 532 interinali Fca che il 31 ottobre si sono ritrovati senza lavoro.

 

CONTINUA NEL TG UNIVERSO…..