FROSINONE – 08 SET – Due fratelli di Alatri, entrambi noti alle forze dell’ordine con svariati precedenti, sono stati arrestati nella mattinata di sabato a Frosinone dai carabinieri della stazione Scalo del capoluogo. I militari hanno notificato ai due, di 27 e 22 anni, un mandato d’arresto firmato dal Gip di Frosinone con l’accusa di rapina.

     I fatti si riferiscono alla serata dello scorso 20 di luglio, quando nei pressi della stazione ferroviaria di Frosinone, un giovane di Ceccano venne rapinato. Secondo l’accusa i due, dopo aver minacciato il ragazzo con una bottiglia spaccata, lo hanno aggredito riempiendolo di botte prima di portargli via 100 euro che aveva in tasca. Subito dopo l’aggressione i fratelli sono scappati via, mentre il ragazzo è stato soccorso.

     Subito trasportato al Pronto Soccorso del Fabrizio Spaziani, il giovane ceccanese è stato dimesso dopo diverse ore e con numerosi giorni di prognosi. Da quel momento sono scattate le indagini da parte dei carabinieri della stazione Scalo che, in meno di due mesi hanno portato elementi talmente solidi sul tavolo del magistrato da portarlo a firmare le due ordinanze di custodia.

     I due fratelli sono stati portati a casa e messi ai domiciliari con l’applicazione del braccialetto elettronico, il più grande dei due dovrà anche rispondere della violazione del foglio di via obbligatorio da Frosinone che gli era stato notificato i primi giorni di luglio.