FROSINONE – 21 DIC – Sono 1083 le famiglie che si sono rivolte ai centri di ascolto della diocesi di Frosinone-Veroli-Ferentino dal 1 gennaio del 2016 al 30 settembre di quest’anno. I dati sono  contenuti nel rapporto della Caritas Diocesana. Queste 1083 nuove famiglie vanno a sommarsi agli altri nuclei familiari già assistiti in questi anni. Ma chi si rivolge ai centri di ascolto? Nella maggior parte dei casi sono famiglie italiane, il 58%, il 42% straniere.

Sono 43 le nazionalità non italiane incontrate dai volontari dei centri di ascolto. In questo caso si registra un aumento visto che  al 2015 le differenti nazionalità straniere erano 30.

Il primo bisogno, la prima richiesta di aiuto, è sempre economica, che può sottintendere, però, una serie di altri problemi.